Smart City: le luci Intelligenti per le Città del Futuro

Lo scorso 25 febbraio a Milano si è tenuta la conferenza Progettare Il Progettista “Luci Intelligenti per la Città del Futuro” presso la sede APIL – Associazione dei Professionisti dell’Illuminazione in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Milano. Al centro del dibattito il tema delle Smart City.

Le città intelligenti, sono le città del futuro interconnesse e completamente digitalizzate. Un progetto di ampio respiro che proietta il futuro come un ambiente confortevole e di benessere per migliorare l’esistenza di tutti.

I modelli di Smart City sono finalizzati anche ai migliori risultati in termini di efficientamento e risparmio energetico. La città intelligente ha rispetto della persona e dell’ambiente in un tutt’uno di responsabilità ai fini di ridurre gli sprechi energetici e di garantire il benessere ai cittadini.

Uno dei temi più importanti per la città del futuro è l’illuminazione pubblica urbana. La luce artificiale è uno dei punti fondamentali all’interno del progetto di città intelligente che si va diffondendo. Le caratteristiche della tecnologia LED, ormai note ai più, possono avere un impatto notevole sulla città sia in termini di costo che di efficacia e funzionalità.
Migliorare le prestazioni e ridurre i costi derivanti dalla pubblica illuminazione è uno degli obbiettivi che tutti i Comuni hanno. I progetti di Smart City hanno costi facilmente ammortizzabili e sono semplici da realizzare, partire dalla luce artificiale per gli spazi pubblici è il primo passo verso la città intelligente.

L’illuminazione delle città devono diventare parte di un sistema dinamico e interconnesso. La manutenzione deve essere garantita e le nuove tecnologie come quella LED richiedono molto meno impegno da questo punto di vista e quindi un servizio più efficiente sul lungo periodo.

Gli impianti innovativi sperimentati nelle città europee

A Copenhagen, Danimarca, è stato rinnovato l’impianto di illuminazione della città con l’installazione di circa 10.000 punti luce con telegestione integrato nel sistema di viabilità. Un investimento importante ma che ha dato subito risultati ottimi in termini di riduzione delle emissioni e di risparmio economico.

Nella città francese di Lione si sta sperimentando un piano luce volto al risparmio energetico dedicato all’illuminazione adattiva.

Anche Madrid in Spagna è intervenuta sul parco impiantistico attraverso un sistema di telegestione integrato.

Non si limita all’illuminazione quello che può essere attuato per realizzare le città intelligenti. Ci sono i termoregolatori smart che controllano i consumi delle case, sistemi di depurazione dell’aria e di abbattimento degli inquinanti nocivi, sensori che monitorano l’ambiente e l’illuminazione, ma anche applicazioni per smartphone che mettono in comunicazione i cittadini con le loro amministrazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *